Parma & Ghidini “Un po’ di calcio: come è andata la 24esima giornata?”

Bologna – Fiorentina 1-1
Formazioni: Fiorentina: (3-4-2-1): Tatarusanu 6.5, Roncaglia 6, Rodriguez 6.5, Astori 6.5, Bernardeschi 7, Valero 6.5, Vecino 6, Pasqual 5.5, Tello 6.5, Fernandez 4, Babacar 5. Bologna (4-3-3): Da Costa 6, Masina 6.5, Gastaldello 6, Maietta 6, Mbaye 6, Donsah 7, Diawara 6.5, Taider 6.5, Giaccherini 6.5, Destro 5.5, Mouier 5.
La partita: al Dall’Ara si sfidano Bologna e Fiorentina; i viola cercano il successo per consolidare il terzo posto, i rossoblu per proseguire la serie positiva dall’arrivo di Donadoni. Pronti via e Tello mette paura a Da Costa con un diagonale respinto in angolo dal portiere. nella ripresa espulso fernandez per un’ingenua trattenuta. al 57′ Bernaredeschi segna l’1-0 su assist di Tello. sei minuti dopo il Bologna trova il gol con Giaccherini su assist di Donsah, destro sul secondo palo. Dopo il gol poche altre emozioni, col Bologna che attacca a testa bassa nel finale e Tatarusanu che con un super intervento nega il gol a Taider.
Note: al 57’ espulso Mati Fernandez per doppia ammonizione; ammoniti Diawara, Giaccherini, Astori, Roncaglia
Genoa – Lazio 0-0
Formazioni: Lazio (4-3-3): Marchetti 7, Basta 5.5, Mauricio 5, Hoedt 6.5, Konko 6, Milinkovic 6, Cataldi 6, Parolo 5.5, Mauri 6.5, Djordjevic 5, Felipe Anderson 4.5. Genoa (3-4-1-2): Perin 6, Izzo 6.5, Burdisso 6, Munoz 6.5, Laxalt 5.5, Dzemaili 6, Rincon 6, Ansaldi 6.5, Suso 5, Pavoletti 5.5, Cerci 5.
La partita: Cataldi vicino al gol dopo cinque minuti: devia in corner Perin. traversa di Mauri al 18′. Nel secondo tempo bella parata di Marchetti su Munoz; il portiere biancoceleste di nuovo decisivo su Tachtsidis, subentrato nella ripresa. si chiude così una partita deludente e povera di emozioni per entrambe le squadre.
Note – Ammoniti: Munoz, Suso, Rincon; Parolo, Cataldi, Lulic
Verona – Inter 3-3
formazioni: Inter (4-3-1-2): Handanovic s.v, Nagatomo 6, Murillo 5.5, Juan 5, Telles 5.5, Brozovic 6, Kondogbia 5.5, Melo 4, Palacio 7, Icardi 6, Eder 5.5. Verona (4-4-2) Gollini 7, Pisano 6, Moras 6, Helander 6, Albertazzi 5, Wszolek 6.5, Marrone 7, Ionita 6.5, Fares 5.5, Pazzini 6, Toni 6.5.
La partita: forse la partita più emozionante dell’anno. l’inter la sblocca subito con Murillo all’8′, reazione immediata del Verona al 13′ pareggio di Helander di testa, al 16′ Pisano buca ancora Handanovic. nel secondo tempo Mancini toglie uno scandaloso Felipe Melo ed entra Perisic. La partita non cambia e il Verona trova il 3-1, ancora di testa, con Ionita. Poi Perisic si scatena, al 61′ filtrante per icardi che solo davanti a Gollini lo punisce: 3-2. il portiere del Verona si supera su Palacio ma al 78′ non trattiene il tiro di Perisic su cross di Palacio. l’inter ha anche l’occasione di vincerla con un bel destro di Eder parato da un super Gollini. finale da oratorio con 4 occasioni da gol da ambedue le parti in una manciata di minuti. Sul palo del subentrato Gilberto si chiude l’anticipo. partita che ha messo in evidenza i limiti difensivi dell’inter senza Miranda; per contro la squadra di Mancini ha creato molto, sprecando molte palle gol.
Note: ammoniti Felipe Melo, Wszolek, Fares, Telles, Marrone
Milan – Udinese 1-1
formazioni: Udinese (5-3-2): Karnezis (6.5), Edenilson 6, wague 6, Danilo 6.5, Felipe 6, Armero 6.5, Badu 6.5, Lodi 6, Kuzmanovic 6, Matos 6.5, Thereau 5.5. Milan (4-4-2): Donnarumma 7.5, Abate 6, Alex 6, Romagnoli 6, Antonelli 6.5, Honda 5.5, Montolivo 6.5, Bertolacci 6, Kucka 5, Bacca 6, Niang 6.5.
La partita: al 17′ Armero segna dopo un doppio miracolo di Donnarumma. Milan imbambolato. Nella ripresa monologo rossonero che porta al gol di Niang su assist di Bacca. Sempre Bacca costringe Karnezis al miracolo sugli sviluppi di un calcio di punizione. Nel finale Bertolacci sfiora il gol con un destro che colpisce la traversa e poi viene parato da Karnezis. San Siro apprezza comunque la partita dei rossoneri.
Note – Ammoniti: Montolivo; Badu, Edenilson
Frosinone – Juve 0-2
formazioni: juventus (3-5-2): Buffon s.v, Barzagli 6.5; Bonucci 6; Chiellini 6; Cuadrado 7; Sturaro 5.5; Marchisio 6.5; Pogba 5.5; Alex Sandro 6.5; Morata 5.5; Dybala 6.5 Frosinone (4-3-3): Leali 6.5, Rosi 5; Russo 5.5, Blanchard 6, Criviello 6.5, Chibsah 5, Gori 6, Sammarco 6, Tonev 5, Ciofani 5, Dionisi 5.5.
la partita: monologo juventino per 90′ al Matusa. Prima occasione però per Ciofani, che mette alto. La Juve gioca male, possesso palla sterile e azioni prevedibili. sul finale di primo tempo Morata solo davanti a Leali si fa ipnotizzare. Cuadrado la sbolcca a 15′ dalla fine su assist di Alex Sandro. Dopo il vantaggio ordinaria amministrazione per i bianconeri, che trovano il raddoppio nei minuti finali con un gran sinistro sotto l’incrocio di dybala.
Ammoniti: Crivello, Sammarco, Morata, Soddimo
napoli – carpi 1-0
formazioni: Carpi (5-3-2): Belec 6.5, Pasciuti s.v., Letizia 6.5, Romagnoli 6, Poli 6, Sabelli 6, Crimi 6, Martinho 5.5, Bianco 5.5, Mancosu 5.5 Napoli (4-3-3): reina 6, Hysaj 7, Albiol 6.5, Koulibaly 7, Goulam 6, Allan 6.5, Valdifiori 5.5, Hamsik 6.5, Callejon 6.5, Higuain 7, Insigne 6.
La partita: possesso palla sterile del Napoli con ritmo basso e manovra troppo orizzontale. L’arbitraggio discutibile nega il rigore al napoli nei primi 45 minuti (fallo su Callejon). Al 51′ gol annullato ai padroni di casa per presunto fuorigioco di Callejon Al 56′ espulso bianco per doppia ammonizione. Il fallo però sembra essere di zaccardo. Al 69′ il napoli la sblocca con un penalty di Higuan, ventiquattresimo gol per lui. Partita finita e san paolo in festa.
Ammoniti: Crimi (C), Albiol (N), Bianco (C), Poli (C), Martinho (C), Romagnoli (C) Espulso: 56’ Bianco
Roma Sampdoria 2-1
formazioni: Samp (5-3-1-1): Viviano 6, Ivan 5.5, Ranocchia 5 (strano), Silvestre 5.5, Cassani 6, Dodò 6.5, Soriano 5.5, Fernando 5.5, Barreto 5, Correa 6.5, Muriel 5. Roma (4-1-4-1): Szczesny 7, Maicon 5, Manolas 6, Rudiger 6, Zukanovic 5.5, Keita 6, Florenzi 6.5, Pjianic 5, Perotti 6.5, El Shaarawy 6, Salah 6.
la partita: primo tempo dominato dalla Roma che spreca diverse occasioni da gol, riuscendo però a segnare con Florenzi all’ultimo minuto del primo tempo di testa. il secondo tempo si apre col raddoppio giallorosso di Perotti che segna con uno splendido tiro al volo. Al 57′ Pjianic devia involontariamente in rete un tiro di Fernando, autogol. Entra Cassano e cambia la partita, fornisce passaggi illuminanti ai compagni ma solo davanti al portiere della Roma non riesce a segnare. All’ultimo minuto, su cross di Dodò, Cassani coglie una clamorosa traversa. La roma ora mette nel mirino il terzo posto, distante due lunghezze, mentre la Samp continua a navigare nei bassifondi della classifica.
Note: ammoniti Barreto, Zukanovic, Correa, Ranocchia, Keita.

Le altre partite:
Torino-Chievo 1-2 (19’ Benassi, 34’ aut. Bruno Peres, 72′ Birsa rig.)
Sassuolo-Palermo 2-2 (30’ Vazquez, 45’ Defrel, 50’ Missiroli, 52′ Djurdjevic)
Empoli – Atalanta 0-0

Un gesto di civiltà sportiva: l'immagine di Koulibaly sul volto dei tifosi

Un gesto di civiltà sportiva: l’immagine di Koulibaly sul volto dei tifosi

Parma & Ghidini

Kayak ITIS

Il nuoto è passione

 

 

 

 

STUDENTESCHI DI NUOTO

image

Oggi, 1/04/15, nella mattinata si sono svolti gli studenteschi di nuoto della provincia di brescia. In programma c’erano le seguenti gare: 50 farfalla maschi/femmine; 50 dorso maschi/femmine; 50 rana maschi/femmine; 50 stile libero maschi/femmine; 25 stile libero per i disabili; staffetta 4×50 mista maschi/femmine.
Nella manifestazione erano presenti molte scuole, medie e superiori, rappresentate da maschi e femmine divisi nelle categorie di allievi e cadetti.
La squadra “Gardone Beretta” ha conquistato molte medaglie. Nella staffetta mista i maschi sono arrivati secondi (Samuele Groppetti, Pietro Ghidini, Kevin Pellegrini, Federico Parma). Ci sono anche state cinque medaglie individuali. Un oro di Kevin Pellegrini nei 50 farfalla; un argento di Samuele Groppetti nei 50 dorso; due bronzi di Federico Parma nei 50 stile libero e di Fabio Albonino nei 50 farfalla.
Dopo le premiazioni tutti gli atleti e i professori si sono salutati e sono rientrati ognuno nel proprio istituto.

 

 


Foto di Andrea Mori, articolo di Kevin Pellegrini

 

 

Lo sport all’Istituto Beretta

Oggi – 18 dicembre 2014 – si sono concluse le provinciali di corsa campestre, nelle quali Francesca Speziani ha ottenuto il 5° posto e Nadiri Jasmine il 17° della categoria Allieve. Fausti Martina si è invece classificata 13° nella categoria Juniores.
La fase maschile ha visto Bettinsoli Andrea come 6° classificato nella categoria Allievi, mentre Riffi Sami ha conquistato il 2° posto nella categoria Juniores.
Questa è solo una delle numerose attività svolte dall’Istituto C. Beretta il quale, nonostante l’assenza di un indirizzo dedicato, ha sempre attribuito una notevole importanza allo sport, organizzando ogni anno un vasto e dilettevole programma che offre agli studenti la possibilità di essere stimolati anche dal punto di vista agonistico.
Tale programma esordisce con il corso di nuoto – comprensivo di otto incontri per ogni classe – svolto durante il normale orario scolastico. Il ciclo di lezioni mette a disposizione l’apprendimento delle tecniche basilari per gli alunni inesperti, e allo stesso tempo permette di migliorare il metodo di quelli già in possesso di una considerevole abilità.
Chi risulterà particolarmente incline a tale sport, avrà la possibilità di partecipare agli Studenteschi di nuoto nel mese di Marzo.
Pochi giorni fa è terminata la Triangolare di pallavolo, svolta in competizione fra i tre plessi dell’Istituto Beretta: ITIS, LICEO ed IPSIA.
Nella categoria maschile si è posizionata al primo posto la squadra dell’ITIS; lo stesso non si è potuto affermare per la categoria femminile, in cui il LICEO ha ottenuto il primato.
Verso la fine dell’anno scolastico, invece, le alunne di entrambi i plessi gareggeranno insieme negli Studenteschi di pallavolo, in competizione con altre scuole della Provincia di Brescia.
Durante il mese di Gennaio ci sarà la giornata sulla neve, che vedrà esperti e non mettersi in gioco tra le piste. Da tempo ormai i docenti accompagnano gli alunni in quella che si può considerare come la più attesa attività dell’anno.
Tra le uscite più gettonate prende posto anche il corso di Kayak; consiste in una giornata sul lago, in cui i ragazzi hanno la possibilità di sperimentare il singolare – e per molti affascinante – sport, accompagnati da un istruttore con il compito di insegnare le tecniche basilari e guidare i ragazzi durante l’itinerario balneare.
Riportando l’attenzione sulle attività svolte in palestra, tra Aprile e Maggio si interporranno i Triangolari di basket e calcio a 11, che vedranno sempre in competizione i tre plessi. Seguiranno, nello stesso periodo, gli Studenteschi di basket.
Verso la fine di Aprile, come ogni anno, il LICEO organizzerà una biciclettata, con mete sempre diverse ed apprezzate dai partecipanti.
È necessario ricordare anche la presenza del Gruppo Sportivo Scolastico, il quale offre ai ragazzi interessati (o competenti in un particolare sport) la possibilità di prenderne parte e, logicamente, di partecipare alle attività previste.
Tra le novità di quest’anno sono presenti il corso di difesa personale per le classi quinte e una giornata di trekking, accolte con curiosità ed interesse da parte degli studenti.
Questo articolo ha il fine ultimo di dimostrare l’attenzione e la cura con cui il Corpo Docenti seleziona le attività, secondo criteri educativi, didattici e sempre innovativi.

Le classi prima A e G del Liceo in Pastina

I cinque temerari che hanno raggiunto la vetta di Punta Almana

I temerari che hanno raggiunto la vetta di Punta Almana

586

I temerari che hanno raggiunto la vetta di Punta Almana

587

I temerari che hanno raggiunto la vetta di Punta Almana

590

Il panorama del lago d’Iseo dalla vetta dell’Almana

584

I temerari che hanno raggiunto la vetta di Punta Almana

 

Una stupenda giornata di sole ha accompagnato martedì 23 settembre l’uscita d’inizio anno delle classi prime sez. A e sez G del Liceo Moretti. La meta della passeggiata era ubicata sul bello e soleggiato versante sebino delle montagne che segnano lo spartiacque tra la Val Trompia e il lago d’Iseo, in località Pastina, passando per la croce di Pezzuolo. Tutti hanno affrontato con gioia e allegria la fatica che pure ha accompagnato l’escursione partendo dalla scuola e percorrendo tutta la valle di Gardone prima di imboccare il sentiero montano. Un piccolo gruppo di temerari però non si è fermato e sfidando la fatica ha proseguito l’arrampicata per la vicina vetta della Punta Almana.

kajak 2014 ITIS